Comunicazioni
Bonum est faciendum
et persequendum
Italian English French German Portuguese Russian Spanish


castello-san-michele.jpgL’avv. Domenico Caiazza, presidente del Centro Studi sul Medioevo di Terra di Lavoro, si è messo in contatto con il Centro “Giuseppe Ermini” per conoscere le sue attività organizzate per S. Pietro Celestino e per offrire la collaborazione del suo centro di Studi per lo sviluppo di attività culturali di comune interesse.
“Il Centro Studi sul Medioevo di Terra di Lavoro è l'evoluzione del Gruppo di Ricerca sull'insediamento medioevale, la cultura materiale ed artistica dell'area tra le sorgenti del Volturno e Capua. Ha sede principale in Raviscanina (CE), piazza Santa Croce, e dispone di un'aula didattica, biblioteca, foresteria con 10 posti letto, cucina, auditorium. Si propone lo studio dell'insediamento fortificato, della topografia e toponomastica alto medioevale, della storia ed archeologia dell'antica Terra di Lavoro e delle aree limitrofe. Studia anche in particolare la spiritualità cristiana e monastica, l'iconografia e le stratificate devozioni nelle quali affonda le radici l'identità culturale degli abitanti dell'alta Terra di Lavoro.
Ha per simbolo il castello e San Michele Arcangelo, che sintetizzano un'epoca ferrea, ma intrisa di spiritualità. Si propone altresì il censimento e l'edizione di castelli, torri, borghi, abbazie, chiese, cappelle e romitori, al fine di assicurarne la conoscenza, il restauro e la valorizzazione. Effettua corsi di avvicinamento e perfezionamento allo studio dei monumenti medioevali, al rilievo e restituzione grafica e fotografica
Scrive l’avv. Caiazza: “Mi farebbe molto piacere guidarvi in una visita ai nostri luoghi: Castello di S. Angelo di Ravecanina e Abbazia della Ferrara. Saremmo onorati di concordare-intensificare attività congiunte, compreso il gemellaggio anche la Pro Loco di Rupecanina e il Comune di Raviscanina sono ben disponibili. Noi pensiamo di studiare-attivare un circuito celestiniano di studi-visita tra Campania Lazio e Abruzzo; naturalmente Fumone e Ferentino sono essenziali”.
Il Centro Ermini è ben lieto di aderire all’invito e attiverà in tempi brevi una collaborazione con il Centro Studi sul Medioevo di Terra di Lavoro.